JOHAN HUIZINGA

Sarebbe difficile citare un poeta che rappresenti più puramente dell’Ariosto il vero spirito ludico. L’Ariosto è inoltre l’uomo che più completamente di chiunque altro ci dice il tono e l’atteggiamento del Rinascimento. Quale altra poesia si è aggirata così disinvolta in un assoluto e perfetto spazio da gioco quanto quella dell’Ariosto? Homo Ludens
Si deve considerare l'Orlando Innamorato e 'l Furioso non come due libri distinti, ma come un poema solo, cominciato da l'uno e con le medesime fila, ben che meglio annodate e meglio colorite, da l'altro poeta condotto al fine; ed in questa maniera risguardandolo, sarà intiero poema, a cui nulla manchi per intelligenza delle sue favole.
Torquato Tasso, Discorsi sull'arte poetica e in particolare sopra il poema eroico, Venezia - Vasalini 1587

1525

Nell'anno della clamorosa cattura di Francesco I di Francia per mano asburgica, Pietro Aretino porta in scena le sventure semiserie di Maco e Parabolano...
Pietro Aretino, La cortigiana - 1525

ricciardetto il Comitato Nazionale per il V Centenario

500 ANNI DI ORLANDO FURIOSO

Le ricorrenze, i centenari, possono passare nel silenzio e nell’oblio, oppure possono essere dei segnali che risvegliano l’interesse, stimoli che agiscono come imagines agentes, per riprendere l’antica terminologia dell’arte della memoria, qualcosa cioè che è capace di mobilitare insieme ricordo e invenzione, conservazione del passato e creazione del nuovo. In teoria non ci sarebbe bisogno di centenari per coltivare l’amore per i nostri classici, per leggerli e rileggerli, per trasmetterli alle giovani generazioni in modo che ciascuno se ne appropri a modo suo, impegnandosi in un dialogo e in una fascinazione del tutto personali, come è giusto che la lettura sia…  Continua a leggere